Negro Betún

Giovedì 13 Ottobre 2022, inizio ore 20:00 - Teatro Foce, Lugano

13.10, 14.10 | 20:00
Studio FOCE

Rassegna HOME

Negro Betún

EL (MATTIA CANTONI)
Ideazione, visualizzazione e performance: El (Mattia Cantoni)
Durata: 50’
Età: da 18 anni (nudo integrale) 

“Negro Betún” è un’assolo modulabile di action painting, body performance e visual art. Ideato e sviluppato da EL, parte da una riflessione e una ricerca monografica sugli scritti di Federico García Lorca e le opere dei pittori Goya e Basquiat. Coniugando action painting, body performance e visual art, il nuovo progetto di EL parte da una riflessione nonché una ricerca monografica del poeta e drammaturgo Federico García Lorca, sulle opere del pittore Goya e dell’esponente del graffitismo americano Basquiat. La sua auto-interpretazione cerca di proiettare il confronto con l’oscuro potere creativo contenuto in ogni individuo. Nel farlo vengono a galla contraddizioni e lacerazioni profonde con una sincerità che diventa ancora più dirompente e brutale proprio perché si è così tanto cercato di occultarla ossessivamente. In “Negro Betún”, il protagonista si immerge in un atto pittorico viscerale e onirico dove si mescolano segni grafico-pittorici e linguaggio del corpo: un insieme meraviglioso di potere oscuro e creatività, raziocinio e follia.

Negro Betùn nasce dal desiderio di esplorare l’immenso potenziale interiore dell’essere umano, capace di una creatività geniale e sconvolgente. Il confronto con l’estenuante potere oscuro interiore respinge tutta la dolce geometria appresa e rompe gli stili: “presuppone sempre un cambiamento radicale di tutte le forme. Ai vecchi schemi dà sensazioni di freschezza completamente nuove, con una qualità di cosa appena creata, di miracolo, che arriva a generare un entusiasmo quasi religioso” (Federico García Lorca)

 

Teatro Foce - Lugano