Beatrice Rana, pianoforte

Lugano
22/11/2019 ore 20:30

Tickets More info

Le Concert des Nations con Jordi Savall

Lugano
06/12/2019 ore 20:30

Tickets More info

Grigorij Sokolov, pianoforte

Lugano
16/12/2019 ore 20:30

Tickets More info

Maurizio Pollini, pianoforte

Lugano
03/02/2020 ore 20:30

Tickets More info

Info

Nella stagione 2019/2020, ci sarà un buon equilibrio tra figure ormai “di casa” a Lugano – quali Jurij Temirkanov, Antonio Pappano, Riccardo Muti, Giovanni Antonini e Gabriela Montero – e artisti che verranno accolti per la prima volta, come Grigorij Sokolov, Jordi Savall e Gil Shaham.

Tra i punti salienti ci sarà la presenza di una delle più antiche orchestre al mondo: la Gewandhausorchester di Lipsia, che verrà per ben due serate con il suo direttore musicale Andris Nelsons, il giovane maestro lettone acclamato nelle principali capitali culturali, da Berlino a Vienna, da Londra a Boston.

Come solisti ci sarà dapprima Rudolf Buchbinder e poi Gautier Capuçon, che per l’intera stagione sarà Artista in residenza.

Un ulteriore omaggio vedrà protagonista uno dei massimi artisti svizzeri viventi: Heinz Holliger in occasione del suo 80° compleanno. Si esibiranno poi I Barocchisti diretti da Diego Fasolis, Riccardo Muti con la Chicago Symphony Orchestra e la Luzerner Sinfonieorchester.

Si potrà vedere sul palco del LAC anche una direttrice d’orchestra. L’importante première sarà affidata a Mirga Gražinytė-Tyla (alla testa dell’Orchestra di Birmingham), personalità tra le più affascinanti della giovane generazione. Per i Concerti di Pasqua tornerà l’Orchestra Mozart, questa volta diretta da Daniele Gatti.

Ritorna anche il fantastico percussionista Simone Rubino per un recital e una Masterclass internazionale.

 

Gautier Capuçon - Artista in residenza
LuganoMusica ospita il violoncellista Gautier Capuçon come Artista in residenza, continuando una tradizione che ha portato al LAC interpreti di livello internazionale come il pianista Daniil Trifonov, la violinista Julia Fischer e il flautista Emmanuel Pahud.

In pochi anni, Gautier Capuçon si è fatto portavoce di una cifra stilistica che unisce dolcezza e virtuosismo valorizzate dalle sonorità del suo violoncello Matteo Goffriller del 1701. Cresciuto nella Gustav Mahler Jugendorchester, formandosi con Bernard Haitink, Pierre Boulez e Claudio Abbado, Capuçon affianca gli impegni da solista alle collaborazioni cameristiche a fianco di interpreti quali Martha Argerich, Daniel Barenboim e Lisa Batiashvili.

Per il suo debutto da Artista in residenza al LAC Capuçon esegue – come solista nel secondo dei concerti del Gewandhausorchester di Lipsia con Andris Nelsons il 23 ottobre 2019 – il concerto per violoncello di Schumann. E’ protagonista poi di due appuntamenti di musica da camera: mercoledì 4 marzo 2020 con il pianista Jérôme Ducros e venerdì 5 giugno con il fratello Renaud Capuçon e il pianista Frank Braley.