Federico Rampini - L'Occidente che verrà

Sabato 10 Settembre 2022, start time 15:00 - Palazzo dei Congressi, Lugano

Federico Rampini - L'Occidente che verrà – ore 15:00 – Palazzo dei Congressi

Il suo ultimo libro "Suicidio occidentale" ha suscitato un ampio e appassionato dibattito. Federico Rampini, ancora una volta, ha saputo cogliere con la sua opera alcuni elementi chiave della contemporaneità, attorno ai quali ruotano le politiche strategiche globali. "Il disarmo strategico dell’Occidente - scrive nel suo ultimo saggio - era stato preceduto per anni da un disarmo culturale. L’ideologia dominante, quella che le élite diffondono nelle università, nei media, nella cultura di massa e nello spettacolo, ci impone di demolire ogni autostima, colpevolizzarci, flagellarci. Questo è il suicidio occidentale. L’aggressione di Putin all’Ucraina, spalleggiato da Xi Jinping, è anche la conseguenza di questo: gli autocrati delle nuove potenze imperiali sanno che ci sabotiamo da soli". Con Federico Rampini svilupperemo questi temi per capire il ruolo dell'Occidente nel Mondo che verrà, tra Washington, l'Europa e Pechino.

Conferenza in italiano

BIOGRAFIA
Federico Rampini, giornalista e scrittore, dopo gli studi presso l’École des hautes études en sciences sociales e l’Università Bocconi, ha fatto conoscere la sua firma scrivendo per Città Futura (1976-79) e Rinascita (1979-82); in seguito è stato vicedirettore de Il Sole 24 ore. Dal 1997 al 2021 è stato editorialista e corrispondente de la Repubblica da Bruxelles, San Francisco e Pechino per poi arrivare nel 2009 a New York, da cui ha raccontato l’America nei suoi risvolti economici, sociali e di costume. Dal 2021 è una delle firme più prestigiose del Corriere della Sera. Ha pubblicato per Mondadori numerosi saggi di grande successo, fra i quali "I cantieri della storia"; "Fermare Pechino. Capire la Cina per salvare l’Occidente" e "Suicidio occidentale".

Palazzo dei Congressi - Lugano